Andrea Acconcia – Chi Sono?

Ciao e Benvenuto!

Mi chiamo Andrea Acconcia, e nel prossimo articolo voglio spiegarti CHI SONO, COSA FACCIO di lavoro, ma soprattutto COSA POSSO FARE PER TE.

1. CHI SONO?

Andrea Acconcia foto profilo

Onestamente, chi li legge più i blog?

Anzi ti dico di più… chi li guarda più i video lunghi?

Ma chi li guarda più i video…

Chi ce l’ha questo tempo?

Oggi storie di massimo 15 secondi giusto?

Se inizia ad annoiarti, dopo 3 secondi passi alla prossima storia.

E allora, come spero di poter avere la tua attenzione in un BLOG nel 2020?

Molto semplice.

Nelle mie parole sentirai il FUOCO.

Se non sentirai il fuoco, lascerai perdere e tornerai alle tue foto di gattini o ad altre cose su Instagram, tipo la foto di quella con le tette di fuori.

Se seguirai questi articoli e questo blog, è perché sentirai il fuoco, sentirai che leggere queste parole è questione di vita o di morte.

Stiamo parlando di risvegliare la tua coscienza, non di intrattenimento, cinema, gattini, tette, calcio… stiamo parlando di risveglio.

Quindi veniamo al secondo punto.

2. CHE LAVORO FACCIO?

Insieme al mio socio Giuseppe Moriello, 4 anni fa abbiamo lanciato il brand Metodo Universitario, con l’obiettivo di aiutare gli studenti universitari a dare gli esami con voti alti e in meno tempo, grazie a un Metodo di studio pensato per l’università.

Con Metodo Universitario, in questi anni abbiamo aiutato centinaia di migliaia di studenti in tutta Italia a dare gli esami velocemente e senza ansia. 

I principali media e giornali italiani, come il Corriere della Sera, la Repubblica.it e l’Huffington Post, hanno parlato di noi: 

Andrea Acconcia rassegna stampa

E abbiamo scritto il libro “Metodo Universitario” edito con Rizzoli, che è diventato un best-seller su Amazon, prima ancora di uscire in libreria.

Metodo Universitario Amazon

Ma prima di andare avanti, voglio fare subito una precisazione. 

Infatti, su questo blog non ti parlerò di Metodo Universitario.

Quindi, non ti spiegherò come prendere 30 all’esame, in 7 giorni, o come stupire il professore all’esame.

Per questo, hai il mio blog “Metodo Universitario”: 

www.metodouniversitario.it 

Metodo Universitario è un progetto che va avanti, con grande successo, e che fattura milioni di euro l’anno.

Sì, ecco un’altra precisazione molto importante.

Io non sono un teorico, non sono uno startupper che cerca gloria, non sono uno che gioca a fare l’imprenditore. 

Invece, sono uno che l’imprenditore lo fa davvero,
nella vita reale.

Andrea Acconcia Appuntamento Col Futuro

Come vedi dalla foto, tengo corsi con centinaia di studenti, ogni anno, tutti gli anni, e la mia azienda fattura milioni di euro.

Al contrario di molti altri formatori, non ho fatto i soldi spiegando come si fanno i soldi, non ho fatto successo spiegando COME FARE SUCCESSO… ho iniziato partendo da zero applicando quello che studiavo su un business nel mondo reale.

Ho applicato tutto quello che insegno nella mia vita e nel mio primo progetto: Metodo Universitario.

Mi sentirai parlare di Risveglio della Coscienza, ma non sono un guru con la barba bianca.

guru

Mi sentirai parlare di Marketing, ma non sono laureato in Marketing.

Mi sentirai parlare di soldi, ma non faccio il mio lavoro per soldi.

E allora, perché faccio il mio lavoro?

Può sembrarti strano, ma faccio quello che faccio per AIUTARE LE PERSONE.

Negli ultimi 4 anni, ho aiutato gli studenti universitari italiani a dare gli esami velocemente e con voti alti.

Poi, qualche anno fa, alcuni dei miei studenti che seguivo personalmente con Metodo Universitario, hanno iniziato a chiedermi: 

“André, ma dopo la laurea, cosa faccio?”

“C’è la crisi, è vero che è difficile trovare lavoro?”

A quel punto, ho sentito che c’era un altro lavoro da fare.
Un lavoro molto importante. 

Un lavoro che preparavo da anni, che volevo fare da quando ero partito, ma che 5 anni fa non ero ancora pronto a iniziare.

Nel 2015, quando ho fondato la pagina Metodo Universitario, onestamente, ma chi gli dava due lire ad Andrea Acconcia?

Non me la sentivo né di parlare di Risveglio, né di parlare di lavoro, di soldi, e di come uscire dalla crisi.

Dato che ci stavo appena uscendo, dalla crisi.

E così mi sono messo a fare uno dei miei sport preferiti. Ho iniziato A FARE.

Venivo dal Sud, avevo l’accento napoletano, e non avevo un euro sul conto in banca.

Cosa potevo insegnare alle persone?

Stavo male perché la mia ragazza mi aveva lasciato e avevo ancora tutto da dimostrare, non avevo né conoscenze né raccomandazioni, quindi mi dovevo costruire una reputazione con dei risultati reali.

E quindi zitto zitto ho iniziato a fare, e a costruire le basi del mio futuro.

Oggi, sono un Coach e un imprenditore, vivo alle Canarie e voglio fondare un villaggio.

Andrea Acconcia villaggio

Aiuto i ragazzi a trovare la loro vera Missione,
guadagnando tanto e facendo un lavoro che amano.

Ma di questo parleremo prossimamente.

Adesso voglio rispondere alla TERZA DOMANDA.

3. COSA POSSO FARE PER TE?

Come detto, quante possibilità ci sono che un ragazzo/a oggi legga un BLOG nel 2020, nell’epoca di Instagram e dei video di 15 secondi?

Come detto, io mi sono messo “al servizio” per migliorare questo mondo, ma probabilmente non intendiamo la parola “migliorare il mondo” nello stesso modo.

Oggi, si pensa che migliorare il mondo vuol dire buttare meno rifiuti nella spazzatura, essere buonisti e pacifici, fare la raccolta differenziata e abbattere meno alberi.

plastica inquinamento

Premesso che non ho nulla in contrario a queste cose, che penso possano fare bene… capiamoci fin da subito.

Il mondo non migliorerà se usiamo meno plastica, ma se facciamo qualcosa per FARE LA DIFFERENZA.

Se ci prendiamo la RESPONSABILITÀ di cambiare una parte del mondo,
e poi abbiamo le COMPETENZE e la VOLONTÀ per porre
in essere quel cambiamento, per farlo diventare realtà…
allora il mondo cambia veramente!

Io volevo essere uno che vinceva, non uno che ci provava ma aveva solo partecipato.

Io volevo fare la DIFFERENZA.

Quando vivevo a Bologna, ed ero ancora uno studente, vedevo che nel mondo del lavoro avevo solo 2 scelte: 

– Fare un lavoro che non mi piaceva.

Fare un lavoro che mi piaceva, ma dove non mi pagavano abbastanza.

Invece, io cercavo la terza via.

Ossia, volevo fare il lavoro che amavo con tutto il cuore,
che mi facesse guadagnare tanto
e che aiutasse le persone e migliorasse il mondo.

Però, non ci riuscivo, e mi trovavo a fare delle attività che mi piacevano, come scrivere o fare la radio, senza sapere come monetizzarle. 

Oppure, facevo dei lavori dove mi pagavano, ma non mi divertivo. 

Poi, ho deciso di investire sulla mia formazione, e capire quali fossero le vere competenze per raggiungere il mio obiettivo di vivere la vita dei miei sogni. 

E dopo tante sfide, sudore, pratica e impegno, ho scoperto come fare per guadagnare tanto, e fare il lavoro che amo.

Quindi, in questo blog ti racconterò quello
che ha funzionato per me,
per permetterti di cambiare la tua vita.

Ecco cosa posso fare per te.

Se sei pronto a cambiare la tua vita, io sono pronto ad aiutarti.

Voglio spiegarti come ho fatto a cambiare sia all’interno che all’esterno, cioè come ho fatto a lavorare su di me in questi anni.

E voglio spiegarti quali competenze hanno fatto la differenza per la mia vita, e che mi permettono OGGI nel 2020, anche se c’è la crisi, di fare un lavoro che migliora il mondo.

OK ANDRÉ, MA SE FAI IL TUO LAVORO PER IL MONDO, PERCHÉ TI FAI PAGARE?

Premetto che dell’argomento soldi e ricchezza voglio parlarne specificamente nei prossimi articoli, ma capiamoci fin da subito.

Io sto cercando delle persone che vogliano veramente SVEGLIARSI.

Non cerco gloria e nemmeno successo, non mi interessa guidare macchine sportive o indossare vestiti firmati.

Faccio quello che faccio, per svegliare le persone.

Mi faccio pagare, perché oggi si fa così, i soldi sono il mezzo più utile per agire su questo pianeta in questa epoca storica.

Se ci fossero altri mezzi, userei altri mezzi.

Non voler far soldi, mi dispiace dirtelo, ti renderà povero e ricattabile dal mondo.

Non è vero che i soldi non sono spirituali, o sono degli strumenti in mano ai malvagi.

I soldi sono uno strumento neutro, che può amplificare i difetti o i pregi di una persona.

Mi faccio pagare, perché le scuole, i teatri e il villaggio che voglio costruire SI COSTRUISCONO CON I SOLDI.

E poi soprattutto, mi faccio pagare tanto perché do tanto valore alle persone, e i miei corsi cambiano veramente la vita, costa tanto organizzarli, prepararli, realizzarli, quindi è giusto che costi tanto partecipare.

Premesso che ovviamente sei tu a cambiarti la vita, io posso solo accelerare il processo, posso insegnarti a fare la stessa cosa, cioè a farti pagare tanto facendo un lavoro che ami e che ti permetta di cambiare il mondo.

IO NON VOLEVO CAMBIARE IL MONDO NEL TEMPO LIBERO, COME HOBBY, PERCHÉ NEL FRATTEMPO STAVO FACENDO UN LAVORO CHE NON MI PIACEVA!

Andrea Acconcia cambiare il mondo

Volevo fare qualcosa che impattasse sul serio, e non volevo farlo part-time.

Quindi questo è il mio lavoro.

Tutto il mio lavoro, tutto quello che faccio, parte dal presupposto che le persone vivono in una prigione invisibile, una prigione fatta di divieti, paure, ombre.

Tutti mostri FINTI ovviamente, ma che sono molto reali per quelli che non riescono a vederli.

Il mio lavoro verte su due pilastri fondamentali.

PILASTRO N°1.
LE PERSONE DORMONO E INIZIANO A SVEGLIARSI SOLO FACENDO UN LAVORO SU DI SÉ

Tutto parte da un lavoro verso l’interno, verso te stesso.

E qui, ti avverto subito su un errore che molte persone fanno quando si parla di quest’argomento. 

Infatti, molte persone si approcciano al pensiero positivo, con la volontà di cambiare l’interno. 

Purtroppo, “Pensare positivo” non basta per cambiare l’interno.

Infatti, il pensiero positivo impatta per il 5% della tua vita, a livello cosciente. 

L’altro 95% della nostra vita, è fatto dal nostro inconscio, dalle ferite emotive del passato. 

E su questo 95%, il pensiero positivo non può fare niente. 

“André, e se voglio cambiare l’altro 95% della mia vita, ossia il mio inconscio, come faccio?”

Nella mia vita, per cambiare il mio inconscio, ho applicato il Lavoro su di Sé.

Ma cos’è il Lavoro su di Sé?

Il Lavoro su di Sé si basa su 2 pilastri fondamentali:

– Osservazione

– Non Giudizio

A vederlo così, il Lavoro su di Sè sembra facile. 

Ma quando inizi ad applicarlo, ti rendi conto che è difficile da fare.

Ci vuole molta volontà, e molto amore verso se stessi. 

Proprio perché il Lavoro su di Sé è un percorso che richiede tempo e impegno, ho deciso di creare un Webinar gratuito, dove ti darò anche degli esercizi pratici per comprendere meglio il Lavoro su di Sé.

Se desideri approfondire il Lavoro su di Sé, allora scarica GRATUITAMENTE il mio Webinar “Attrai il Lavoro”, lasciando una mail valida al link qui sotto:

https://app.attraiillavoro.it/opt-funnel-ail

Tornando al pensiero positivo, tutto questo va bene per il 5% della vostra vita. 

Per il resto, ossia il 95% della vostra vita, serve un lavoro verso l’interno. 

E solo con il Lavoro su di Sé puoi cambiare realmente quello che sei dentro.

Ma ora passiamo al SECONDO PILASTRO.

PILASTRO N°2.
COMPETENZE PRATICHE PER IL
MONDO DEL LAVORO.

Cambiare l’interno ti rende felice. 

Però, non basta limitarsi a pensare.

Conosco tante persone che pensano di essere sveglie solo perché ne capiscono di filosofia o di spiritualità.

Persone che hanno letto qualcosa, ma non hanno cambiato nulla nella loro vita.

Beh, io ho sempre pensato che il vero motore del cambiamento sia l’AZIONE.

E scusa se sono diretto, ma…

Non puoi cambiare la tua vita, standotene a casa con i tuoi genitori
e non acquisendo NESSUNA COMPETENZA
che oggi sia rilevante nel mondo del lavoro.

Oggi ai miei corsi arrivano ragazzi che vogliono cambiare il clima del mondo, ma non riescono a cambiare nemmeno il clima del condizionatore a casa loro….

Nel video che trovi qui sopra rispondo proprio a delle domande anonime che mi sono arrivate ad uno dei miei corsi.

Dai ragazzi siamo seri.

Voi volete cambiare il mondo, o peggio ancora pensate di essere risvegliati,
ma vivete ancora a casa con i genitori, e impattate su 4-5
persone nella vostra “importantissima” vita?

Questa situazione io l’ho chiamata “Scappare sull’isola che non c’è”.

Andrea Acconcia l'Isola che non c'è

Cioè, avere la sindrome di Peter Pan che non vuole crescere, e quindi si rifugia dietro sogni utopici che non realizzerà mai.

Capiamoci bene, hai tutto il mio rispetto.

In questo mondo, è comprensibilissimo scappare sull’isola e non imparare nessuna competenza, dato che per 15 anni della nostra vita, tra scuola e università ci hanno letteralmente FATTO PASSARE LA VOGLIA DI IMPARARE.

Professori noiosi, mancanza di meritocrazia, strumenti di apprendimento inadeguati sono solo alcune delle cause del nostro disagio.

Mentre il mondo va sempre più veloce e le competenze necessarie oggi per il mondo del lavoro cambiano continuamente.

Ma è proprio per questo, che dobbiamo darci da fare e sviluppare delle competenze REALI, nel mondo REALE che ci permettano di fare veramente la differenza.

Nel prossimo articolo ti parlerò di queste competenze, le competenze che ho applicato nel mio lavoro e che mi hanno permesso di fondare un’azienda che fattura milioni di euro facendo un lavoro che amo e che aiuta le persone.

Quindi resta sintonizzato, seguimi su Instagram, Telegram, Youtube:

Ecco dove puoi continuare a seguirmi:


Iscriviti al Webinar Gratuito “Attrai il Lavoro”

Se vuoi ricevere contenuti di altissimo valore, ed essere avvisato su quando usciranno i miei prossimi articoli, clicca qui:

https://app.attraiillavoro.it/opt-funnel-ail

Potrai guardare gratuitamente il mio Webinar e automaticamente ti iscriverai anche alla mia Newsletter.

Ci leggiamo nel prossimo articolo 🙂